Civitavecchia-Fca: a Washington si conferma l’alleanza

Marchionne e Monti si sono incontrati al 40esimo gala della Niaf. Il manager della Fiat ha ricevuto il premio che lo scorso anno era stato assegnato al presidente di Assoporti. Lo scalo locale hub strategico per l’export del colosso automobilistico

 

L’amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles (Fca) Sergio Marchionne è stato insignito dalla Niaf, National Italian American Foundation, dell’International Business Award, stesso riconoscimento ricevuto lo scorso anno a Washington dal commissario del Porto di Civitavecchia e presidente di Assoporti Pasqualino Monti.
I due si sono ritrovati nel corso della cerimonia di Gala per i 40 anni della Niaf dello scorso sabato 17 ottobre per una felice coincidenza.
Proprio lo scalo di Civitavecchia, infatti, è diventato l’hub strategico della Fiat in Italia per l’export in Nord America di tutta la produzione della fabbrica di Melfi.
Le Jeep Renegade e le 500 L destinate al mercato americano raggiungono lo scalo laziale tramite treni con cadenza ormai quasi quotidiana.
Ogni due settimane, poi una nave della flotta Grimaldi Napoli carica le autovetture per trasportarle nei porti di Baltimora e Halifax.
Dal mese scorso sono iniziati anche i primi viaggi per il mercato australiano.
Da inizio 2015 ad oggi sono circa 100.000 le automobili Fca imbarcate per gli Usa.

Consulta Contenuto Originale

You may also like...